Pisa calcio: alla scoperta della neopromossa in serie B

Il Pisa calcio è una delle squadre che prenderanno parte alla prossima edizione del campionato di serie B. La promozione è arrivata dopo aver concluso al terzo posto il girone A di serie C ed aver superato la Triestina nella finale del playoff. Il Pisa si aggiunge così alle altre quattro neopromosse dalla serie C: Juve Stabia, Pordenone, Entella e Trapani.

Scopriamo insieme la storia di questo club e in che modo potrà essere protagonista nel campionato di serie B che sta per iniziare.

Pisa calcio: storia ed evoluzione

Il Pisa calcio nasce nel 1909 in Toscana nell’omonima città di Pisa. Fondata inizialmente con il nome di Pisa Sporting Club la squadra toscana andrà incontro a due fallimenti societari nel 1994 e nel 2009. Rifondato due volte il Pisa cambierà nome fino ad assumere quello attuale di Associazione Calcio Pisa 1909.

Nella sua storia centenaria il Pisa ha vissuto pochi momenti di gloria. Il massimo splendore il club toscano lo ha vissuto tra gli anni 1978 e 1994.
Il presidente di quest’epoca è Romeo Anconetani che riesce a riportare il Pisa in serie A dopo 15 anni. Sotto la sua presidenza la squadra toscana prenderà parte alla serie A per sei volte raggiungendo il più alto piazzamento nella sua storia: undicesimo posto nella stagione 1982/83.
Nel 1986 e nel 1988, inoltre, il Pisa riuscì a farsi conoscere anche a livello europeo conquistando la Coppa Mitropa.

Nel corso della sua storia il Pisa ha visto militare tra le propria fila alcuni grandi campioni. Tra il 1935 e il 1938 Sergio Bertoni, campione del mondo con l’Italia nel 1938, vestì la maglia dei toscani collezionando 119 presenze e 41 reti. Venendo più ai giorni nostri un giovane Diego Pablo Simeone indossò la casacca del Pisa tra il 1990 e il 1992 con 55 presenze e 6 reti.

Potrebbe interessarti:  Calciomercato Milan: tutte le novità

Cosa aspettarsi dalla nuova stagione del Pisa?

Il Pisa torna, dunque, a disputare un campionato di serie B dopo due anni di assenza. La squadra che si appresta ad affrontare questa nuova stagione ha un’età media di 27 anni anche se il suo capitano, bomber e giocatore più rappresentativo è Davide Moscardelli che di anni ne ha 39. Moscardelli è stato il miglior marcatore della scorsa stagione del Pisa con 15 reti di cui uno nella finale di andata del playoff.
Tra i protagonisti della cavalcata che ha portato il Pisa in serie B ci sono anche Robert Gucher, unico giocatore insieme a Moscardelli ad aver giocato in serie A, e gli attaccanti Michele Marconi e Gaetano Masucci che hanno trascinato il Pisa in serie B a suon di gol.

Nella prossima stagione l’obiettivo del Pisa, come quello di ogni neopromossa, deve essere quello di mantenere la categoria ed evitare di sprofondare nuovamente nel baratro della serie C.
Con un mercato attento e mirato, circolano i nomi di Raul Asencio e Marco Pinato due giovani promettenti di Genoa e Sassuolo, e con il mantenimento dei punti cardine della rosa, Gucher e Moscardelli su tutti, il Pisa potrà raggiungere l’obiettivo salvezza con relativa tranquillità.
Una volta mantenuta la categoria nulla è precluso ad una squadra e una piazza che sognano, un giorno, uno storico ritorno in serie A dopo 28 anni di assenza.

Bonus Del Mese


Canale Telegram

« | »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bonus
Seguici su Telegram
canale telegram
Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Pronostici Calcio
© 2019 - All Right Reserverd to Pronostici-Calcio.it | Powered by ZARNO.ONLINE