Italia under 21- La storia degli Azzurrini

L’Italia under 21 è la nazionale di calcio di categoria più titolata a livello europeo insieme alla Spagna. Nella sua storia, infatti, ha collezionato cinque titoli europei a cui si aggiungono due medaglie d’argento e cinque di bronzo.

I calciatori dell’under 21 vengono chiamati gli Azzurrini. Con questo soprannome li si vuole distinguere da quelli della nazionale maggiore che sono chiamati, invece, gli Azzurri. Al tempo stesso, però, con questo appellativo, si vuole sottolineare una continuità tra le due nazionali. L’under 21, infatti, rappresenta il più grande serbatoio giovanile per la nazionale maggiore.

Scopriamo insieme la storia dell’Italia under 21 e analizziamone il momento attuale.

Italia under 21: esordio e successi

La nazionale under 21 fa il suo esordio in campo internazionale il 23 dicembre 1976 contro il Portogallo perdendo uno a zero.
La prima partecipazione all’Europeo di categoria avviene nel 1978 ma, per poter registrare il primo successo, bisognerà aspettare il 1992.

Gli anni ’90 rappresentano gli anni d’oro per l’Italia under 21.
In quel periodo, infatti, la compagine azzurra, guidata da Cesare Maldini, vincerà per tre edizioni consecutive (1992, 1994 e 1996) il campionato europeo.
Nelle rose vincitrici in quegli anni si notano nomi che avrebbero scritto la storia del calcio italiano come Totti, Nesta, Buffon, Baggio e Cannavaro.

In seguito all’addio di Cesare Maldini, che nel 1997 sarà promosso in nazionale maggiore, l’under 21 vive un periodo di transizione.
Rossano Giampaglia e Marco Tardelli sono i due ct di questa fase che si concluderà nel 2000.
Nel 2000, infatti, la guida tecnica dell’under 21 passa nelle mani di Claudio Gentile. Con Gentile l’under 21 vince, nel 2000 e nel 2004, gli ultimi due europei della sua storia.
Così come per i trionfi degli anni ’90 anche in questi due successi è da sottolineare la presenza di grandi campioni come De Rossi, Gattuso e Pirlo futuri campioni del mondo nel 2006.

Potrebbe interessarti:  Napoli Genoa: scontro tra ex amici
italia under 21

Dal 2006 ad oggi solo delusioni

Nel 2006 la nazionale gli Azzurri vincono il mondiale a Berlino in finale con la Francia. Parallelamente gli Azzurrini entrano in una fase di declino che dura ancora oggi.
Pierluigi Casiraghi, Ciro Ferrara e Devis Mangia sono i ct tra il 2006 e il 2013, ma non riescono a lasciare il segno.

Nel 2013 alla guida degli Azzurrini viene chiamato Luigi Di Biagio.
Di Biagio resterà alla guida dell’under 21 fino al 2019 senza riuscire a riportarla ai fasti raggiunti negli anni novanta e nei primi anni duemila.
Il 25 giugno 2019, dopo l’eliminazione degli Azzurrini alla fase a gironi dell’Europeo 2019 disputato in casa, Di Biagio si dimette dal ruolo di commissario tecnico.

Il successore di Luigi Di Biagio è Paolo Nicolato. Il nuovo ct giunge sulla panchina dell’Italia under 21 dopo aver guidato, con ottimi risultati, le altre nazionali giovanili italiane.
Nel 2016 è il ct dell’under 18 per poi passare, nel 2017, alla guida dell’Italia under 19. Con l’under 19 riesce a raggiungere il secondo posto all’Europeo di categoria.
Grazie a questo risultato ottiene, nel 2018, la nomina di ct dell’under 20.
Nicolato trascina la compagine azzurra fino al quarto posto del mondiale di calcio under 20 del 2019.

Nicolato è, dunque, un esperto conoscitore del calcio giovanile italiano.
Proprio per questo motivo sembra essere l’uomo giusto per far tornare l’Italia under 21 ai livelli di un tempo.


Bonus Del Mese


Canale Telegram

« | »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bonus
Seguici su Telegram
canale telegram
Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Pronostici Calcio
© 2019 - All Right Reserverd to Pronostici-Calcio.it | Powered by ZARNO.ONLINE