Formula 1 oggi: tutto pronto per il GP di Ungheria

La Formula 1 oggi è andata in scena con le prove libera all’Hungaroring di Mogyorod, cittadina ungherese vicino Budapest. Tante le aspettative per questo Gran Premio e per le prove libere nello specifico ma, sino a questo momento, la pioggia ha rovinato i piani.

Formula 1 oggi: cosa è successo

Come ogni anno, anche in questo 2019 è arrivato il momento del Gran Premio di Ungheria, che si corre come di consueto all’Hungaroring. Si tratta di una gara molto attesa e, per questo motivo, molto seguita.

Il primo posto nelle seconde libere è andato a  Pierre Gasly, che corre su Red Bull, che ha realizzato un tempo record di 1:17.854. Ottimo se si pensa a quelle che sono state le condizioni meteo per tutte le prove. Il tempo registrato dimostra che il pilota francese sta cercando di riprendersi, dopo un primo periodo non certo entusiasmante per quel che concerne i piazzamenti.

Si deve ricordare che, durante le prove libere a Silverstone, il pilota francese Gasly aveva nuovamente ottenuto il primo posto.

Il secondo miglior tempo è quello che ha fatto registrare Verstappen, mentre seguono al terzo e quarto posto le Mercedes di Lewis Hamilton e di Valtteri Bottas. Al quinto posto troviamo Ricciardo, che corre su Renault, mentre seguono Kimi Raikkonen, che fa segnare il sesto tempo, e Leclerc. Il pilota Ferrari, però, sembra aver avuto dei problemi con la macchina, tanto da lamentarsi in cuffia per l’instabilità della vettura notata durante la fase di entrata in curva.

Gli altri tempi sono quelli di Hulkenberg, Giovinazzi e Kvyat che sono all’ottavo, nono e decimo posto. L’altra Ferrari, quella di Vettel, è riuscita ad arrivare solo tredicesima. Non di certo un buon risultato, ma probabilmente la colpa è del maltempo.

Il terzo tempo delle prove libere si svolgerà domattina alle 13:00 e, stando alle previsioni meteo non dovrebbe piovere sulla città ungherese.  

Hungaroring: un po’ di storia e di numeri

Il Gran Premio di Ungheria si svolge all’Hungaroring, nella città di Mogyorod, dal 1986. Tantissimi anni, quindi, che hanno tramutato questa corsa in un appuntamento imperdibile del calendario della F1.

Quando si decise di effettuare un Gran Premio di Ungheria, per la nazione fu una grandissima conquista: per la prima volta nella storia, una competizione mondiale come questa entrava nel blocco dei paesi sovietici. L’Ungheria, pertanto, fu vista come un simbolo e una icona.

formula 1 oggi

Il circuito dell’Hungaroring non viene spesso utilizzato al di fuori delle gare di Formula 1, perché ritenuto inadatto ad altre manifestazioni. Inoltre, si tratta di un circuito che ha un disegno decisamente tortuoso e che non permette tanti sorpassi, anche se non mancano dei momenti molto eccitanti.

Si deve anche sottolineare che questo Gran Premio arriva sempre in estate, uno dei periodi più torridi, ed è per questo che il circuito non viene mai preso d’assalto dagli spettatori. Solo in alcune edizioni si è registrato il tutto esaurito: si parla di quella del 1986, la prima, del 2006 e del 2011.

La conformazione del tracciato, nel corso degli anni, è cambiata. La curva 3 era pensata come un tornante raccordato con un altro tornante più lento. Tuttavia, per questioni di sicurezza, nel 1989 questa seconda chicane venne eliminata, per fare spazio al rettilineo.

Anche il rettilineo principale è stato allungato ed è stata modificata anche la curva 14. In questo modo si è cercato di rendere più possibile qualche sorpasso.

Tra i vincitori del Gran Premio di Ungheria, Michael Schumacher detiene il record di gare vinte. Si tratta di un pezzo di storia della Formula 1 che difficilmente sarà possibile dimenticare, poiché si è trattato di un campione indiscusso di questo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *